Come si usa


Le quantità da usare dipendono ovviamente da che tipo di concimazione vogliamo effettuare e quali coltivazioni stiamo realizzando nell’orto. Ortaggi esigenti come zucchine, zucche, melanzane, pomodori richiedono maggiori quantità di fertilizzante, mentre ci sono piante come i ceci che si accontentano di poco.
Un buon sistema per prendersi cura del terreno dell’orto è quello di fare due interventi con l’humus all’anno, uno a ottobre/novembre quando si lavora il terreno, l’altro a metà anno, dopo aver coltivato gli ortaggi primaverili e prima di impiantare quelli autunnali.

CEREALI 200/300 Kg ad Ha Presemina/semina
LEGUMINOSE 200/400 Kg ad Ha Presemina/semina
FORAGGERE 300/400 Kg ad Ha Presemina/semina
DRUPACE 300/500 Kg ad Ha Ripresa vegetativa
POMACE 300/500 Kg ad Ha Ripresa vegetativa
AGRUMI 300/500 Kg ad Ha Prefioritura
VITE DA VINO 400/500 Kg ad Ha Prefioritura
VITE DA TAVOLA 400/600 Kg ad Ha Prefioritura
PATATE 400/600 Kg ad Ha Presemina/semina
ORTIVE 400/600 Kg ad Ha Presemina/semina
Nessuna controindicazione anche a dosi elevate

Piante e fiori in vaso
– da 10 a 20 cm 2 cucchiai;
– da 20 a 40 cm 4 cucchiai;
E’ consigliato ripetere l’operazione ogni tre mesi. Per i rinvasi miscelare il 10/15% di prodotto insieme al terriccio che normalmente utilizzate. Dose iniziale a seconda della dimensione del vaso.

Giardini, aiuole, prati, tappeti erbosi
50-100 grammi/metro quadro
E’ consigliato ripetere l’operazione ogni sei mesi.

Alberi da frutta nei giardini
Da 1 a 3 Kg a pianta
Da distribuire vicino al tronco. Le dosi variano in base alla grandezza dell’albero.

Orto o colture sotto terra
– Può essere usato mischiandolo al terreno in superficie, non interrandolo.
Dopo la vangatura, con un rastrello, si mischia l’humus con il primo strato di terra → kg 3-5 circa per mq.
– Nelle semine a spaglio dopo avere rastrellato il terreno, spargere l’humus in superficie interrandolo con una leggera rastrellatura, quindi seminare e pressare.
– Per la semina a file si consiglia la seguente procedura: scavare il solco, mettere sul fondo un po’ di compost, seminare, ricoprire battendo leggermente.
– Per trapianti di insalate, ecc è opportuno un uso localizzato direttamente nella buchetta di trapianto, in questo modo le radici hanno subito a disposizione dei buoni nutrienti. Per piante singole circa 50 gr per pianta una volta al mese.
– L’humus può essere dato prima/durante la semina oppure in copertura.
Colture intensive: 30 – 50 q.li di humus per ettaro. Nelle colture intensive le somministrazioni periodiche di “humus” hanno dimostrato aumenti notevoli di raccolto (per esempio: nel granoturco +250%, nelle patate +135% e nei pascoli +300%).
Colture estensive: 300 gr di humus per mq periodicamente. Dato indicativo di humus per ettaro = 30q.

Talee
• preparare un substrato al 20/30 % di humus

Semenzai
Mescolare dal 10-20 % con il terreno che si utilizza normalmente o spargere in superficie 300 grammi per metro quadro

Concimazione fogliare
100 grammi da sciogliere in 10 litri d’acqua
Filtrare la soluzione e spruzzare sulla chioma. Oltre ad avere un’azione fertilizzante contrasta le malattie delle piante. Noi consigliamo comunque di usare il prodotto extra-fine e di metterlo in una rete a maglia stretta e
metterlo a mollo in un secchio d’acqua per tutta la nottata (tipo infusione bustina di the). La parte solida rimanente nella rete svuotarla come concimazione nel terreno.

Terreni esausti
E’ bene sottolineare che risulta molto difficoltoso rigenerare un terreno esausto, per cui non si dovrebbe mai giungere all’esaurimento del terreno! In ogni caso utilizzare 3 o più kg per mq anche più volte l’anno a seconda delle condizioni del suolo: zappare e annaffiare.

Fertirrigazione
200/300 Kg per ettaro.
Usare esclusivamente la linea extra-fine.
Ricordiamo che per la linea agricola il prodotto va interrato dopo la
distribuzione, mentre per la linea fine ed extra-fine il prodotto può essere
distribuito anche sopra i tappeti erbosi e subito dopo innaffiato. Per piante particolarmente stressate, asportare delicatamente il terriccio superficiale fino alle radici e aggiungere uno strato di un paio di centimetri di humus.

CONSERVAZIONE DEL PRODOTTO
Il prodotto va conservato possibilmente in un luogo fresco ed asciutto
evitando l’esposizione alla luce diretta.